Apri/Chiudi


Le Blogezie di Prostadamus

21 novembre 2006 , di Boliboop

Screenshot de 'Le Blogezie di Prostadamus'Comincio oggi la pubblicazione delle traduzioni dei testi originali dell’opera medievale Le Blogezie di Prostadamus, una raccolta di quartine profetiche scritte fra il XIV e il XV secolo da Prostadamus (al secolo Paco Prostatico), un vegliardo veggente incontinente la cui vita fu oscurata dall’ombra di un’altro veggente, più famoso ma più fumoso, noto come Nostradamus.

Graficamente parlando, scusate se me ne vanto, si tratta del miglior sito che abbia mai realizzato, salvo incompatibilità di browser (ma per quel che mi risulta viene visualizzato correttamente su Firefox 1.5.0.X/2.0, Opera 9.01 ed Explorer 6.0… sperém) e, nonostante sia basato su piattaforma WordPress, non è strutturato come un normale blog ma più come un libro dove le nuove quartine tradotte appaiono in fondo, piuttosto che in cima, ma sono sempre facilmente raggiungibili tramite il link Ultima posto nella toolbar blu. La toolbar è, tra parentesi, uno dei pochi elementi di modernità che spezzano l’ambiente medievale creato dalla grafica.

In ultima analisi lo scopo di questo ultimo nuovo blog è di fare delle originali recenzioni a blog, ma anche a software, infarcendo tutto con dell’umorismo strampalato e qualche (rara) seria riflessione. Insomma, non così diverso dal mio solito.

N.B.: Blogezie si pronuncia Blogezìe, non Blogèzie, e la g di Blog è, ovviamente, dura.

Articoli correlati:

  1. No related posts

2 Commenti a “Le Blogezie di Prostadamus”

  1. 1

    Antonio ha detto

    Spettacolare :) Il tema è un capolavoro. Complimenti.
    Sono proprio curioso di vedere come si svilupperà. Ho quasi timore a scrivere commenti sul nuovo blog… non conosco il latinorum e non vorrei rovinare l’atmosfera e il profumo di antico.

  2. 2

    Boliboop ha detto

    Felice che ti piaccia il tema! Ma non aver timore di scrivere, primo perché i commenti non sono visibili in homepage e quindi qualsiasi cosa scrivi non rovineresti l’atmosfera… secondo perché non è certo latinorum :P

Lascia un commento



Chiudi
E-mail It