Apri/Chiudi


Neroogle, la difesa smontata

22 agosto 2007 , di Boliboop

Stanotte è arrivato un commento da parte di Alex, gestore di Neroogle (ora anche Nerooogle), sui miei post Novità sull’affare Neroogle (e sugli altri siti che lucrano sul finto risparmio energetico) e Attivissimo: “Schermate scure per risparmiare energia?: probabilmente sta facendo il giro della rete per dare più risonanza alla sua difesa. Eccolo qui:

Viste le numerose richieste di precisazione che la nostra iniziativa ha sollevato, cerchiamo di estendere le risposte per eliminare ogni perplessità a proposito del progetto NEROOOGLE.

http://www.nerooogle.com/faq.php

Ovviamente, al tempo stesso ringraziamo i nostri altrettanto numerosi sostenitori, che ci hanno supportato fin dal primo momento, credendo come noi, che non sarà una piccola iniziativa locale a salvare il mondo, ma che da qualche parte bisogna pur cominciare.

Lo staff di NEROOOGLE

Insomma il preambolo di una difesa a tutti gli effetti. Ovviamente sono andato a leggere le faq ma le ho trovate estremamente insoddisfacenti.

Ad esempio, ad un certo punto, troviamo una “libera traduzione” di un post di un blogger di lingua inglese che lo staff di Nerooogle considera “un autorevole blogger indipendente“. Strano. Il suo blog, parla solo ed esclusivamente di risparmi energetico, quindi, o è un espertissimo oppure un fanatico. Vediamo cosa dice un brano la traduzione libera:

Per divertimento, ho calcolato quanti soldi risparmierei io stesso con 15 Watt in meno per 6 ore al giorno. Al costo di 12 centesimi per KWH, metterei via quasi 5 dollari. Ok, non sono abbastanza per comprarsi una Ferrari ma, hey, alla fine della giornata, dove volete che siano i vostri soldi risparmiati? Nella vostra tasca o in quella di una multinazionale dell’energia?

mentre nella versione orginale

Just for fun I calculated how much money I would save if I saved 15 Watts for 6 hours every day. Turns out that @ 12 cents KWH rate, I would be saving around $4.85 per year. OK, you cannot buy Lexus with this saving. But hey, at the end of the day, where would you rather put extra 5$? In Your pocket or in your utility provider’s pocket?

Lo staff di Neroogle si è dimenticato di scrivere 5 dollari all’anno, facendo credere che questi soldi sia risparmiati “alla fine della giornata”. Forse è solo un errore di distrazione. Ma sono davvero 5 dollari all’anno? No, sono 3,94 $. Io non mi fido delle conclusioni di chi vuol parlare di energia ma sbaglia un semplice calcolo come questo:

15 * 6 * 365 /1000 * 0,12 $ = 3,94 $

Insomma, non essendo l’autorevole blogger indipendente un espertissimo, direi che forse la seconda ipotesi è più probabile. Mi sbaglio? Allora ammettiamo che sia tutto vero, anche che la mia calcolatrice abbia fatto cilecca. Ma i dati iniziali siano veritieri?
E chi sta 6 ore al giorno su Google? A tutto schermo? Insomma quanto l’uso di Neroogle contribuisce a salvare il mondo? Poco, pochissimo, anzi ancor meno.

Le statistiche sui consumi dei monitor vengono prese dallo staff di Neroogle da un articolo che non linkano, allora lo linko io: Energy Use and Power Levels in New Monitors and Personal Computers , pagina 19. Come lo stesso staff di Neroogle ammette, solo nel caso dei monitor CRT (tubo catodico) si ha una differenza fra sfondo bianco e sfondo nero. E dice anche che “Secondo stime recenti il 70/75% del totale dei monitor sulla terra è ormai LCD. La media è mondiale, ma negli Stati Uniti sono di più e in altri paesi addirittura meno della metà.”

Ma allora perché prende per buona l’affermazione dell’esperto ed autorevole blogger indipendente quando scrive:

“Gki Stati Uniti hanno una media di 574 personal computer per mille abitanti, tra le più alte del mondo. Tranne poche eccezioni, ad ogni computer dovrebbe corrispondere ad un monitor. Allora per 292 milioni di abitanti, fa 177 milioni di monitor.

Seguendo uno o due di questi consigli sopra potreste abbassare il consumo medio del vostro monitor di circa 20Watt. Se 177 millioni di persone risparmiassero 15W per monitor, potremmo accumulare la gigantesca somma di 3500 Mega Watts, o 3.5 GigaWatts.”

Innanzitutto perché ora i Watt, da 15, sono saliti a 20? Colpa dell’entusiasmo? Ad ogni modo, secondo le statistiche riguardo la diffusione dei monitor LCD riportate (anche se non linkate) dallo stesso staff di Neroogle, i GigaWatts sono almeno la metà per gli Stati Uniti, quindi massimo 1750.

Come scrisse già Attivissimo: “La proposta di Neroogle farebbe (ipoteticamente) risparmiare 3000 MW/h in un anno [nel mondo], ossia circa un centomillesimo del fabbisogno. Nel migliore dei casi.” Un centomillesimo? Un po’ pochino soprattutto per il fatto che, come abbiamo visto, i numeri sono tutti un po’ gonfiati. Il paragrafo successivo è frutto di mia una svista: non tenetene conto, grazie [Anche i prezzi. L'ENEL in Italia (non un paese dove l'energia costi poco, insomma) fa pagare solo 2,3 centesimi di euro al kWh e non 12 centesimi di dollaro (0,09 €) come dice il blogger indipendente, quindi le cifre del risparmio vanno ulteriormente ridotte.]

Direi basta così per oggi. Per quanto mi riguarda Neroogle ha fatto un’altra figuraccia, tentando di difendere i propri banner Google a colpi di moltiplicazioni errate e citazioni controproducenti. Banner stessi giustificati dicendo che c’è pubblicità anche sull’autobus: peccato che l’autobus aiuti veramente a ridurre l’inquinamento e lo spreco di energia generato dalle automobili private. Neroogle no.

Articoli correlati:

  1. Attivissimo: “Schermate scure per risparmare energia?”
  2. Novità sull’affare Neroogle (e sugli altri siti che lucrano sul finto risparmio energetico)
  3. Neroogle, blackgoogle e gli altri siti che lucrano sul (finto) risparmio energetico [AGGIORNATO]

39 Commenti a “Neroogle, la difesa smontata”

  1. 1

    Alex ha detto

    Mah, Bolliboop lo “smontaggio” non mi convince, può darsi che nel sito dell’americano ci siano state alcune imprecisioni, ma il mio FAQ diceva anche un sacco di altre cose….(perchè non facciamo le pulci a Berkeley, per esempio?). Le cose giuste da correggere verranno corrette e il resto…

    Hey, del resto mica si può essere d’accordo tutti su tutto, nella vita….

    Alex

  2. 2

    Alex ha detto

    OH!
    Per sbaglio ho cliccato la voce “PANNELLO FOTOVOLTAICO” su questa pagina….MA SONO STATO SBALZATO FUORI, su un’altro sito…

    Ah, era un banner. (a proposito di figuracce…)
    ;)

  3. 3

    Boliboop ha detto

    Innanzitutto caro Alex smettila di scrivere commenti fotocopia sia qui che sugli altri miei post che trattano di Neroogle, scegli un post e commenta lì, altrimenti non è commentare… è spam!

    Detto questo ho l’impressione che tu non abbia ben chiari i termini delle accuse che ti vengono rivolte. Il fatto che “può darsi che nel sito dell’americano ci siano state alcune imprecisioni” non è così irrilevante come vuoi far credere, dal momento che su quel post dell’”autorevole blogger indipendente” si basa gran parte della tua difesa nelle tue faq.

    Poi mi chiedi simpaticamente “perché non facciamo le pulci a Berkeley, per esempio?”, innanzitutto perché quelli sono solo i dati di partenza, non dimostrano nulla di per sé, poi perché si tratta di ricercatori probabilmente più seri del tuo autorevole blogger indipendente che non sa usare la calcolatrice, e perché questa notte avevo più voglia di dormire che di leggermi 36 pagine in inglese di un articolo probabilmente corretto. E poi che senso ha dover fare le pulci a tutto se già una parte smonta il tuo discorso?
    Infine risparmiami le battutine su i miei banner Adsense perché non ho mai detto che visitare il mio sito contribuisca a salvare il mondo. Quindi, anche questa volta, la figuraccia la fai tu visto che hai cliccato su un banner pensando fosse una sezione del mio sito nonostante sia ben visibile la scritta “Annunci GOOGLE”.

    Infine, noto con dispiacere che non hai scritto nulla sul merito delle mie critiche, addirittura dicendo che parlando di numeri si può non essere d’accordo “mica si può essere d’accordo tutti su tutto, nella vita”. Ti risulta che la matematica sia un opinione?
    Ciao.

  4. 4

    Moreno ha detto

    Io la trovo un’iniziativa lodevole, non capisco perchè si debba parlare male a priori.
    Nerooogle di certo non fa male a internet, semmai il contrario, se vogliamo usarlo risparmiando qualche dollaro, qualche euro. Immagina se tutti i siti fossero basati sullo stesso principio di risparmio energetico, e nello stesso tempo cercassero di raccimolare qualche spiccio, sarebbe male? Io direi proprio di no! Si cerca di fare del bene al mondo e si guadagna anche qualcosina.
    Tra l’altro non credo che siano soldi che permettano di diventare ne ricchi, ne di farsi una vacanza, sono sicuramente soldi che permetteranno ai gestori di pagarsi il server e mandare avanti il sito, oppure ti risulta che non ci siano metodi più lucrosi con cui muoversi su internet? Se vuoi te ne faccio una lista!

  5. 5

    Carlo ha detto

    Io sono un tuo lettore e mi era sempre piaciuto quello che scrivevi, solo che in questo caso non mi trovo d\’accordo con te, credo che anche se fosse solo un centesimo che si risparmia, è proprio la mentalità che è sbagliata.

    Mi pare di aver capito che neroogle non ha mai detto di salvare il mondo, ma solamente sensibilizzare la gente sull\’argomento, e sinceramente almeno nel mio caso ci è riuscito.

    Poi visto che è un iniziativa personale, senza finanziamenti da partiti politici, che male c\’è se con adsense ci si ripaga i costi di hosting?

    Oppure vorresti che oltre al messaggio ci dovrebbe rimettere anche i soldi???

    Mi dispiace dirtelo ma gente arrogante come te di ecologia non capirà mai nulla, vedi di abbassare la cresta perchè non sei nessuno per dire che un centesimo di energia risparmiato non servirebbe a nulla, se siamo in queste condizioni è per colpa di gente come te…..

    Alex hai tutto il mio sostegno, continua così e non ti fermare! :)

  6. 6

    daniele ha detto

    Non capisco tutta questa inesorabile spietatezza :?:
    Il tempo per leggere un articolo in inglese non lo trovi ma di rompere le così dette…….?! Forse dovresti dormire ancora di più

  7. 7

    Boliboop ha detto

    @Moreno: cito Paolo Attivissimo: “Si tratta, insomma, di ecologismo spicciolo che crede di risolvere i problemi con poca fatica, secondo uno schema molto comune in questo genere di comunicazione virale. L’utente si sente di aver dato il proprio contributo al risparmio, si autocompiace, ma non fa nulla di concreto. E la bufala si propaga perché “garantita” dal fatto di essere promossa dal passaparola anziché dalle autorità tradizionali.” Ecco qual’è il problema. Chi lucra alle spalle di questo sentimento di ecologismo spicciolo non è certo da lodare!

    @Carlo: se mi leggessi veramente sapresti che sono molto sensibile all’ecologia, ad esempio a marzo ho pubblicato questo: http://www.troise.net/boliboop/pannelli-fotovoltaici-un-esempio-concreto/

    @daniele: curiosamente anche tu mandi lo stesso commento su più post, come Alex. Ricordo che è sufficiente mandarne uno. Grazie. Riguardo l’articolo in inglese, come ho già scritto, non ho nulla da contestare nei dati iniziali (anche perché sono le conclusioni ad essere criticate qui, e non le premesse), quindi perché tu e Alex insistete nel dire che dovrei leggermelo? Sorvoliamo sulla “rottura” e sul “dormire”, sarebbe meglio lasciare la discussione su livelli meno triviali.

  8. 8

    Antonio ha detto

    Beh se è vero che la matematica non è un opinione è impossibile mettere in dubbio le tue affermazioni. In effetti noto anche io che sull’argomento c’è un po’ di confusione con dati diversi a seconda delle fonti. Se è vero che risparmio c’è si tratta sempre di un fattore talmente irrisorio che risulta essere del tutto trascurabile, almeno confrontandolo con i veri risparmi che si avrebbero se solo si abituasse la gente a spegnere i computer al lavoro durante il week-end o, perlomeno, ad abilitare il risparmio energetico sui monitor (quanti ne vedo accesi la mattina presto quando arrivo al lavoro!). E questi sono solo pochi esempi ma sicuramente più incisivi.
    Insomma se veramente si vuole fare qualcosa è necessario rivolgere lo sguardo a qualcos’altro di più significativo.

  9. 9

    Boliboop ha detto

    @Antonio: hai colto il punto esatto del problema: se con Neroogle e gli altri siti il risparmio c’è, è trascurabile. Molto meglio abituarsi a pratiche più importanti come quella indicata da te, ovvero spegnere del tutto il monitor quando non è utilizzato, piuttosto che crogiolarsi pensando di aver fatto del bene semplicemente usando un sito scuro.

  10. 10

    swampthing ha detto

    Neroogle porta un risparmio trascurabile, però sempre un piccolo risparmio è. certo non basta a ridurre l’inquinamento, però è un’idea divertente, tutto sommato.
    la sfrutterei per lanciare qualche messaggio utile, tipo “con neroogle avete risparmiato 4 euro all’anno, se ne volete risparmiare 40, spegnete tutti gli elettrodomestici in standby notturno, come la TV, il monitor e il piccì, i videoregistratori, gli stereo, ecc. ecc.”.
    magari un esortazione a compare solo elettrodomestici in classe A può essere utile.

    sempre se l’ecologia vi sta a cuore. ;-)

  11. 11

    Fulvio ha detto

    da dove ti risulta che l’energia elettrica in Italia costa 2,3 centesimi di euro al kwh???!!!
    Guarda almeno la bolletta!
    Il costo varia da 9 centesimi a circa 18 (a seconda degli scaglioni di consumo).
    Bella cosa smontare dicendo più inesattezze di quelle presenti!

  12. 12

    Boliboop ha detto

    Ciao Fulvio, è sufficiente cliccare sul link nella riga immediatamente precedente a quella dove c’è scritto 2,3 centesimi. Li vedresti le tariffe ufficiali dell’ENEL dove il valore 2,3 centesimi è ricavato dalla tabella “Usi domestici”. Poi non so cosa c’è scritto sulla tua bolletta, non potendo andare a leggerla.

  13. 13

    Fulvio ha detto

    Ciao Boliboop,
    quelle che hai visto non sono le tariffe ufficiali dell’ENEL ma solo le accise sull’energia elettrica (cioè le tasse che paghiamo oltre all’energia, dovute all’incentivazione delle fonti rinnovabili, del regime cip6 che ha incentivato pure le raffinerie!). Il costo di produzione varia tra 3 centesimi e 14 circa (dipende se è prodotta da carbone, eolico, idroelettrico, fotovoltaico). Il prezzo di vendita alle famiglie come ti ho già detto varia tra 9 e 18 centesimi circa. Controlla pure sul sito da te postato.

  14. 14

    Boliboop ha detto

    Hai ragione, è stata una svista, pensavo fossero le tariffe. Grazie per le segnalazione. Ciao.

  15. 15

    Gi@como ha detto

    Lancio io un’iniziativa che forse può far sisparmiare energia almeno quanto neroogle: sui nostri pc, mettiamo come sfondo del desktop il colore nero o un altro colore scuro!
    Colori come il giallo, il bianco o immagini molto chiare, stanno lì ogni volta che nn abbiamo una finestra aperta!

    Per il resto, Bollipop la penso come te: se anche con Neroogle si può risparmiare energia, nn è certo l’intento ecologista a prevalere, ma quello economico… altre soluzion sono molto incisive, ma non fruttano €…

  16. 16

    Inquisitor ha detto

    Certo che in effetti è un po’ come preoccuparsi di una macchia sulla camicia mentre la casa ti va a fuoco….insomma, un risparmio talmente risibile da essere considerato trascurabile, specialmente considerando il fatto che su google quanto tempo volete che una persona ci passi in un giorno? Oltre al fatto che sono tutti motori di ricerca dalle funzionalità risibili….ad esempio io non me ne farei nulla perchè quando faccio una ricerca imposto diverse funzionalità (lingua, formato ecc.) che non ci sono nella versione black…. La cosa che mi lascia perplesso è questa: se davvero si ha tutto questo risparmio ecc. perchè quelli di google non ci hanno già pensato loro a mettere una funzionalità che ad es. inverte semplicemente i colori? Evidentemente o non ci hanno pensato (ma se sono pure quotati in borsa…volete che non cerchino qualunque mezzo per apparire con ancora un migliore appeal di fronte agli investitori?), o il risparmio è risibile (o addirittura inesistente), oppure una schermata del genere effettivamente affaticherebbe la vista degli utenti e allora sarebbe impraticabile….

  17. 17

    Vicky ha detto

    Io ragazzi ho calcolato che risparmio al mese circa mezzo euro… sono tutto eccitato… uso pero neroogle.it non quello com, che mi piace di piu.
    Vi da fastidio che risparmio mezzo euro ?

    … be non ho calcolato nulla… ma anche se fosse mezzo euro… e sempre un ex caffe :-)
    ciao bao

  18. 18

    FABIO ha detto

    BOLLIPOP è evidente che questo Alex è un “commerciante” e ti ha inserito anche altre risposte con nomi diversi per difendersi…. In fin dei conti un certo sentimento ecologista si è svegliato nella maggior parte delle persone ed ogni tema attinente tira moltissimo e coinvolge( se non altro perchè è più facile espiare le proprie mancanze attraverso il pianeta più che con le altre persone), quindi è naturale che venga strumentalizzato per fini commerciali che con i valori etici e morali non si capisce cosa abbiano a che fare… magari potrebbero spiegarlo quelle persone che hanno deciso per il nobel alla pace di Al Gore visto che per un discorso ecologista di pochi minuti all’interno di una manifestazione qualsiasi richiede milioni di dollari… una Star! per non parlare della beneficienza che effettua verso le fondazioni ecologiste fondate da lui stesso di cui lui è il presidente… fantastico! Tornando a Neroogle, non persegue nessun valore etico, anzi ne tradisce alcuni semmai volendo ingannare; non apporta inoltre alcun miglioramento anzi mortifica la qualità di google che fornisce più funzioni alle ricerche e più servizi. Alex trasforma Neroogle in e-commerce e vendi patate! Oppure se non ti hanno ancora arrestato prova a vendere carciofi per rose verdi xD

  19. 19

    Davide "McOrion" Corsaro ha detto

    Guai a parlare male di chi si trincera dietro paroloni come l’ecologia.

    Ciononostante l’iniziativa è chiaramente una cazzata (perdonami Alex) che, probabilmente in buona fede, raggiunge risultati inutili partendo da presupposti logicamente corretti.

    C’è comunque molto di peggio dell’iniziativa di Alex, per l’ambiente. Ad esempio le migliaia di ecologisti che si fanno abbindolare dalle campagne rottamazione “si, salviamo l’ambiente!” dimenticandosi che è molto meno inquinante una Euro 0 lasciata libera di circolare che una nuova Euro 1, 2 3, 4, 5 e 6 cambiata ogni due o tre anni (e i 4-5 rottami precedenti che fine fanno? E non dite ‘vengono riciclati, per favore…’).

    Salutoni
    McOrion

  20. 20

    Gab ha detto

    Non capisco tutto questo accanimento contro chi ha creato Neroogle, figlio di quell’atteggiamento sempre più diffuso in Italia di chi critica (anche a ragione, certo) sempre tutto ma poi non combina niente. Anche se si risparmiasse un solo KW sarebbe cmq una buona iniziativa, e se poi questo Alex ci guadagna pure, buon per lui. Tra l’altro Neroogle è graficamente molto bello.
    Ripeto ancora, si può criticare tutto e il contrario di tutto, ma trovo davvero fastidiosa questa foga negativa e, perchè no, un po’ aggressiva.
    Tra l’altro con la storia dell’Enel hai fatto pure tu una ben magra figura.

  21. 21

    eleonora ha detto

    Non capisco ques’accanimento contro neroogle. probilmente ha sfruttato il “tema ecologico”. ma leggere le pagine in nero (e con caratteri bianchi non affatica affatto la vista come avete detto voi! e lo dico perchè sono un medico! Comunque io ho scopewrto in questi giorni un altro motore (Cooloogle) che mi piace un sacco
    il link è: http://www.ecreativelabs.com/cooloogle
    ciao. ele

  22. 22

    Reb ha detto

    Ognuno è libero di pensarla come crede… Come dice Eleonora, probabilmente è stato SFRUTTATO il tema ecologico per lanciare questo Neroogle (idea carina e anche positiva…) Ma siamo tutti d’accordo, dati alla mano, che l’ipotetico risparmio energetico è talmente irrisorio, che non dovrebbe essere reclamizzato per questo pregio!?! Davvero… Riflettiamoci! Sono altri i piccoli gesti e le abitudini che andrebbero prese ogni giorno per poter sprecare MOLTA meno energia… Non fermiamoci alle apparenze e a quello che ci vogliono far vedere! E’ vero che bisogna partire dalle piccole cose per poter cambiare il mondo, ma non bisogna spacciare cose pressochè insignificanti a fronte di altre veramente importanti! E penso che chi difende a spada tratta l’inziativa di Neroogle, probabilmente lo fa perchè non gli costa nessun sacrificio e pensa di poter sistemare così la sua coscienza di fronte all’argomento “risparmio energetico”!! Appoggio e ringrazio chi con senso critico è andato a fondo della faccenda… Sacrificando il suo sonno per le ricerche!

  23. 23

    Boliboop ha detto

    Grazie Reb per il tuo commento, molto equilibrato e condivisibile.

  24. 24

    Davide "McOrion" Corsaro ha detto

    Per Gab: “Non capisco tutto questo accanimento contro chi ha creato Neroogle” beh, c’è anche chi come me è stufo di stare ad ascoltare pseudo-ambientalisti che, convinti di essere sempre nel giusto, non ammettono critiche al loro missionario operato.

    Leggi ad esempio il mio intervento precedente sulle rottamazioni selvagge alle quali ambientalisti ciechi applaudono. Non esiste niente di più inquinante di rottamare un’auto, anche vecchia, per sostituirla con una nuova, soprattutto vista la differenza risibile tra una Euro 4 e una Euro 2 in termini di inquinamento.

    Se ci si mette dentro che le Euro 0 sono una parte ormai piuttosto ridotta del parco auto, spesso storiche e spesso o destinate comunque alla pressa per carenze di manutenzione o destinate alle amorevoli cure di un appassionato e quindi con chilometraggi limitatissimi si capisce come tenersi la vecchia auto sia “ecologista”, cambiarla no.

    McOrion

  25. 25

    Lollo ha detto

    Sono daccordo in parte con tutti.E mi spiego.Nerooogle ha cavalcato l’onda del’ecologismo e mi pare con una malizia eccessiva,in quanto l’unica differenza che dava con il papà Google era proprio la questione energetica.E sembrerebbe una bufala.
    Cooloogle invece strizza l’occhio all’ecologia,ma non ne fa il suo cavallo di battaglia,anzi propone molte novità che in assoluto sono “avanti” addirittura a Google stesso,e questo mi fa capire che ci sia dietro gente seria.
    Per finire penso che non sia giusto sfruttare il tema dell’ecologia come ha fatto Neroogle,che tra l’altro dice di essere multilingue ma se andate a vedere bene le ricerche sono le stesse in tutte le lingue.E chi dice cose non vere,anche facendo buone cose,a me non piace.

  26. 26

    FABIO alias Altèro Virtutem ha detto

    Sono d’accordo con Lollo e ribadisco che è stata davvero una mossa da commercianti travestire Neroogle di ecologismo dato il terreno fertile della tematica in questo periodo. Ma come sempre, la cosa più triste è constatare la superficialità delle persone ad accettare senza senso critico qualsiasi porcata esca da una bocca qualsiasi, o peggio dalla bocca di un truffatore che dica cose che ci piacciono o che ci fa comodo pensare siano vere… quando le persone decideranno di uscire dalla propria mediocrità? Mi è bastato solo mezz’ora per informarmi approfonditamente su Neroogle, non ci voleva poi tanto! Quanto ad “improbabili medici” (che non sono Dei dell’olimpo anche se spesso si pongono come tali nonostante i loro numerosissimi fallimenti), voglio rispondere che se il 99,8% delle pagine web e dei sitemi operativi prevedono uno sfondo bianco (o chiaro) non può darsi solo ad una avversa casualità anti-ecologista ma più che altro all’anatomia dell’occhio umano e al fatto che lo sfondo nero con testo bianco restituisce evidentemente un contrasto troppo elevato e stressando molto prima la vista. Se poi vogliamo parlare del lato tecnico, sugli lcd (i più diffusi al mondo) il colore nero è il più difficile da riprodurre (il più prossimo al difetto) e sui monitor più commerciali è davvero scadente, spesso abbagliante e/o instabile tendente all’intermittenza e/o tendente ad altri colori ecc… e questo gli esperti lo sanno benissimo (ma io non lo sono eppure lo sò). Se volete sentirvi utili, se volete fare il bene prestatevi al servizio sociale che c’è tanto bisogno, e se siete persone che danno danno e danno, sappiate che beneficienza vuol dire DAR-SI.

  27. 27

    TILLO ha detto

    Sono assolutamente daccordo con quello che dice il tuo articolo…e poi ragazzi, svegliatevi… non vogliono fare del bene quelli di NEROOGLE.. a loro non vanno pochi centesimi se voi lo sostituite a GOOGLE che è un motore di ricerca famosissimo e molto utilizzato..
    Quindi lo staff di Neroogle, con la scusa di fare del bene si arricchisce e manda nella “merda” Google… a me non sta bene sinceramente, anche perchè sono un tipo molto particolare, detesto le truffe!
    Per quanto riguarda gli LCD lo sapevo già da quando vidi la prima volta la pagina di neroogle …
    Che dire, complimenti per l’articolo, lo farò girare:) attendo solo con ansia che google metta un bel Link ad una pagina di configurazione per scegliere il colore di sfondo!
    PS: bellissima la protezione spam per l’inserimento del commento :D

  28. 28

    aruki ha detto

    non vuoi salvare il mondo ma di sicuro vuoi fare una certa cultura “contro-cultura” che ha un obiettivo, altrimenti non saresti nessuno. semplicemente uno che scrive di sè. questo non fai tu scrivi del mondo, e delle cose che non ti piacciono o non ti vanno, per questo fai cultura. non vuoi salvare il mondo, certo. ma chi vuole il contrario?
    pochi, dirai. ci sono anche quelli… ma non è questo il discorso. il discorso tuo è simile a quello che fanno i fumatori accaniti:
    tanto il cancro viene anche a chi non fuma, io fumo. mio nonno ha fumato fino a 90 anni e stava benissimo…
    che ottimo discorso…
    se anche in tutto il mondo un sito riesce a salvare gli occhi di uno o cinque dollari in normandia, chi se ne frega? se anche utilizzano la pubblicità, chi se ne frega? sei liberissimo di cliccarci o no. come se la pubblicità di google rovinasse il mondo. internet è sopravvissuto grazie alla pubblicità. neghiamo anche questo? chi se ne frega se lo usa neroogle. me ne frega invece se c’e’ un’attivista ecologista (non che neroogle lo sia, sto facendo un’iperbole) e tu gli spacchi i maroni. lasciagli credere che il suo apporto sia significativo. grazie a loro ci siamo salvati il buco dell’ozono, le balene e altre “piccolezze” da 0,12 dollari…

  29. 29

    Boliboop ha detto

    @aruki: a parte il fatto che le prime frasi non le ho capite proprio, non intendo dire che non sono d’accordo, ma ad esempio “non vuoi salvare il mondo ma di sicuro vuoi fare una certa cultura “contro-cultura” che ha un obiettivo, altrimenti non saresti nessuno” che significa? Ad ogni modo, oltre ad averti risposto anche nell’altro commento che hai scritto, ti posso dire sinteticamente che, come molti hanno già capito, la mia posizione non è assolutamente quella che mi accusi di avere (tipo quel discorso sul fumo che non mi vede per nulla d’accordo, visto che è scientificamente dimostrato che il fumo fa male). Tutto ciò che è utile è ben accetto, ma se mentre sono impegnato a risparmiare un centomillesimo (come stima Paolo Attivissimo) spengo il computer un secondo dopo, ecco che ho già bruciato il risparmi di energia. Meglio concentrarsi in attività meno Don Chisciottiane e fare qualcosa di concreto, anziché alleggerirsi la coscienza visitando un sito piuttosto che un altro, illudendosi. Ciao.

  30. 30

    aruki ha detto

    l’ultima tua frase è santa.
    ciò non toglie che da qui a passare per attivista ecologista ce ne passa…
    le mie prime frasi dell’altro post avevano un significato se legate ad una tua frase detta tempo fa sul presupposto di salvare il mondo e sul fatto che tu non stai di certo dicendo di voler salvare il mondo.
    attivissimo… mai sentito… chi è un debunker?
    :lol: :lol: :lol:
    il mio dogma, dopo varie, troppe cazzate è: non credere a niente, se l’ha detto attivissimo. prova a verificare il contrario, sei vicino alla realtà…
    ps… la protezione spam è troppo difficile. mi ha bloccato un messaggio perchè ho sbagliato 7 9… mi sei costato 1 watt di preziosa corrente idroelettrica

  31. 31

    Viking ha detto

    ahah Alex sei una barzelletta vivente!
    Attivissimo 4 president!

  32. 32

    ema ha detto

    Certamente nn ci sarà nessun risparmio x le tasche ! In compenso ci sarà x la vista…..Google spara troppo !!
    A fine giornata la vista si stanca eccome, meglio tt nero.

  33. 33

    sweet Lies ha detto

    @ema:
    Ehm… non vorrei contraddirti, ma la vista si sforza molto di più facendo fatico in uno schermo nero come nerogoogle e simili. Soluzione? Diminuisci la luminosità dello schermo, lascia perdere nerogoogle, visto che se anche tutti quelli dalla sua parte tenessero il computer per sei ore su google e ricerche, quello che guadagnerebbero lo perderebbero migliaia di volte dall’oculista…

  34. 34

    Luca ha detto

    Neroogle si..Neroogle no.. Mi sa che il “negativo” di google è solo la cosidetta “arrternativa”..ma.. ragazzi, oltretutto, la “nonna” cosa ci dice circa gli accorgimenti per risparmiare energia elettrica?
    Qualcuno mi spiega chi è questo attivissimo e perchè tutta questa gente lo prende alla lettera? Un nuovo Guru..? :shock:

  35. 35

    GaiaCincia ha detto

    :shock: accidenti, alle superiori avevo molto usato Neroogle/Blackr per le mie ricerche, aver letto questo articolo mi confonde un po’, diciamo pure che ci sono rimasta male. Ma sapere che gli schermi lcd (sono quelli a schermo piatto, no?) fanno risparmiare energia di loro, indipendentemente dai colori, mi fa sentire meglio ^_^ e pensare che ieri ho perso un’ora a cercare di creare un nuovo sfondo scuro per il mio blog (senza risultati appaganti, sigh! Troppo affezionata al mio sfondo color pesca *.*)

    Grazie!!! :mrgreen:

  36. 36

    Ro ha detto

    Addirittura lo sfondo nero potrebbe essere controproducente! Di chi vi fidate di più del blogger indipendente o dei ricercatori di google? Ma per cortesia, smettiamola di speculare sui buoni propositi della gente. Rispondessero a questo http://googleblog.blogspot.it/2007/08/is-black-new-green.html i creatori di queste cavolate!

  1. 1

    Google: “Creeremo elettricità da fonti rinnovabili” | Computime Blog

    [...] sul (finto) risparmio energetico, Attivissimo: “Schermate scure per risparmare energia?”, Neroogle: la difesa smontata). Condividi o  Stampa questo articolo (letto 3 [...]

  2. 2

    Matteo Gallinucci » Blog Archive » Risparmio energetico: lo schermo nero funziona davvero?

    [...] la vista.Articoli correlati: Faq di Nerooogle con i reali risparmi, Programmazione.it , ecoIron e Troise. ___53___ Senza [...]

  3. 3

    risparmio energetico - SangueFreddo.Net

    [...] Neroogle, la difesa smontata at Boliboop Non credo che avere gli sfondi neri facciano risparmiare molta energia, piuttosto fanno perdere un sacco di diotrie __________________ 1.0.0 Eublepharis macularius 0.0.2 Sternotherus carinatus [...]

Lascia un commento



Chiudi
E-mail It